, , ,

Errore 404 in WordPress

Tempo di lettura: 6 minuti

Come correggere gli errori 404 in WordPress utilizzando i reindirizzamenti 301

Stai cercando di correggere un errore 404 in WordPress? Quindi continua a leggere, poiché il tutorial per principianti di oggi ti mostra come.

Di fronte alla pagina di errore 404, molti visitatori presumono rapidamente che il sito Web che stanno visitando sia danneggiato. Dopotutto, non stanno vedendo la pagina web che si aspettavano. Invece, ottengono qualcosa del genere:

correggere gli errori 404 in WordPress: pagina di esempio 404

Tuttavia, questa ipotesi non è corretta. Un errore 404 non significa necessariamente che qualcosa non va nel tuo sito web.

Un errore 404 significa semplicemente che l’URL richiesto non può essere trovato. Questo potrebbe essere il risultato di un collegamento interrotto o qualcosa di semplice come un errore di battitura. In altre parole, i 404 sono classificati come un errore lato client, qualcosa che il visitatore ha fatto di sbagliato, direttamente o indirettamente.

Anche così, gli errori 404 si rifletteranno inevitabilmente male sul tuo sito web, specialmente per i visitatori che non riescono a capirne la causa. Possono anche creare problemi, poiché molti errori danneggeranno senza dubbio l’esperienza del visitatore. E, se la pagina web mancante è una pagina di vendita, beh, questo praticamente distrugge ogni possibilità di ottenere una conversione da quel visitatore.

Si spera che ora tu capisca che, mentre gli errori 404 potrebbero non essere colpa tua (anche se alcuni lo sono), devono essere corretti. E fortunatamente, c’è un plugin per il lavoro… forse la tua migliore soluzione per correggere un errore 404 in WordPress – si chiama Redirection, disponibile gratuitamente dal repository ufficiale.

Oggi esamineremo tre cause comuni di errori 404 e come utilizzare il plug-in Reindirizzamento per “correggerli” utilizzando i reindirizzamenti 301. Sebbene sia possibile creare questi reindirizzamenti 301 senza utilizzare un plug-in modificando manualmente il file .htaccess, il plug-in di Reindirizzamento è la soluzione più rapida e semplice per correggere gli errori 404 in WordPress.

Come correggere gli errori 404 in WordPress: i possibili scenari

I tre scenari che esamineremo sono:

  • Modificare gli URL da soli.
  • Problemi con collegamenti in entrata puntati su destinazioni note .
  • Problemi con collegamenti in entrata indirizzati a destinazioni sconosciute .

Scenario uno: modifica degli URL da solo

Questo è l’unico scenario su cui abbiamo il pieno controllo.

Se, per qualsiasi motivo, decidiamo di modificare i nostri URL, molto probabilmente a causa della modifica dei permalink , allora tutti i nostri URL esistenti diventano ridondanti, con effetto immediato.

Ad esempio, quando passiamo da example.com/2016/old-linkexample.com/new-link, l’URL originale non esiste più. La richiesta di tale URL restituirà un errore.

Ovviamente vogliamo che i nostri post e le nostre pagine esistenti funzionino ancora. Pertanto, dobbiamo configurare i reindirizzamenti 301 per risolvere il problema.

Un reindirizzamento 301 è il miglior reindirizzamento nella maggior parte delle situazioni: indica ai motori di ricerca che la pagina Web è stata spostata in modo permanente. Di conseguenza, i motori di ricerca non ti penalizzeranno per le modifiche e il tuo posizionamento SEO verrà preservato: leggi di più sui tipi di reindirizzamento qui . Fortunatamente, il plug-in Reindirizzamento è specializzato in reindirizzamenti 301.

Suddividiamo lo scenario uno in due ulteriori possibilità:

a) Modifiche all’URL esistente

Se hai già modificato i tuoi URL, probabilmente stai riscontrando molti errori 404, giusto? Questa è una brutta notizia per tutti, quindi è il momento di un rapido lavoro antincendio, o lungo, a seconda di quanto è grande il tuo sito web.

In questa situazione, dovrai creare manualmente i reindirizzamenti 301.

Inizia prendendo nota di tutti i tuoi vecchi URL e dei corrispondenti nuovi URL. Ora vai su Strumenti / Reindirizzamento .

Sotto l’ intestazione Aggiungi nuovo reindirizzamento , aggiungi uno dei tuoi URL ridondanti nel campo URL di origine . Sebbene ci siano numerose opzioni per il campo Match , “Solo URL” funziona meglio qui, quindi lascialo così com’è.

Allo stesso modo, poiché conosciamo la posizione di destinazione della nostra pagina web, possiamo lasciare il campo Azione impostato su “Reindirizza all’URL”. Lasciare vuoto il campo Espressione regolare .

Infine, inserisci l’URL corretto nel campo URL di destinazione . Termina facendo clic sul pulsante Aggiungi reindirizzamento .

Reindirizzamento 301 Reindirizzamento

Ora dobbiamo testare il reindirizzamento. Visita il vecchio URL e, se hai configurato correttamente il reindirizzamento, verrai immediatamente trasferito all’URL corretto.

Fantastico, il tuo primo tentativo di correggere gli errori 404 in WordPress è un successo!

Questo è un processo piuttosto laborioso di cui abbiamo discusso, in quanto comporta la creazione di un reindirizzamento manuale per ogni singola pagina. Se non è troppo tardi, c’è un modo migliore, però…

b) Modifiche future dell’URL

Se stai pensando di cambiare i tuoi URL, fatti un favore e installa subito il plug-in Reindirizzamento . Questo ti farà risparmiare un sacco di tempo e frustrazione su tutta la linea.

Questo perché Reindirizzamento terrà traccia di tutte le modifiche agli URL esistenti e creerà automaticamente un reindirizzamento 301 quando rileva eventuali modifiche.

Prima di iniziare, fai clic su Strumenti / Reindirizzamento , quindi fai clic sulla scheda Gruppi . Assegna un nome al tuo gruppo, impostalo su WordPress Posts , quindi fai clic su Aggiungi .

Gruppo di reindirizzamento

Ora vai alla scheda Opzioni , trova il campo Monitora le modifiche ai post e seleziona il gruppo che hai appena creato. Premi Aggiorna .

Opzioni di reindirizzamento

Entra in un post, quindi fai clic per modificare l’estensione dell’URL. Quando hai apportato le modifiche, premi OK e poi Aggiorna.

Ora, quando torni a Strumenti / Reindirizzamento , vedrai che il plug-in ha già svolto il duro lavoro. Ha già creato un reindirizzamento 301, indirizzando il vecchio URL a quello nuovo:

Reindirizzamento Reindirizzamento automatico 301

Scenario due: collegamenti in entrata errati puntati su destinazioni note

Tuttavia, per la maggior parte degli errori 404, sei completamente irreprensibile. Ad esempio, vogliamo tutti molti link in entrata da siti Web di alta autorità, giusto? Ma cosa succede se quei siti Web commettono un errore e puntano il loro collegamento nel posto sbagliato?

In questa situazione, chiunque faccia clic su quel collegamento arriverà a un URL che non esiste, producendo un errore 404. Dato che non hai alcun controllo sul sito web esterno, come puoi risolvere questo problema?

Un’opzione è quella di contattare il webmaster in merito a eventuali collegamenti interrotti noti. In caso contrario, puoi rivolgerti nuovamente al fidato plug-in di reindirizzamento.

Passare a Strumenti/Reindirizzamento . Successivamente, fai clic sulla scheda 404s . Questa schermata elencherà tutti gli errori 404 generati sul tuo sito web. Vai avanti e provalo tentando di visitare un URL sul tuo sito che non esiste: il plug-in Reindirizzamento segnalerà l’errore 404 in tempo reale.

Rilevamento del reindirizzamento 404

Ora, non vale la pena correggere tutti i 404, ma se vedi un URL che appare più volte, potresti voler puntarlo nel posto giusto. Se il posto giusto è ovvio, lo è.

Quando hai determinato dove puntare il link, fai clic sul pulsante Aggiungi reindirizzamento .

Reindirizzamento Aggiungi Reindirizzamento

Aggiungi l’URL corretto nel campo URL di destinazione . Ancora una volta, lascia le opzioni Corrispondenza e Azione sui valori predefiniti e premi Aggiungi reindirizzamento.

Correzione del reindirizzamento Collegamento interrotto

Facile, eh? Ora prova a visitare il collegamento interrotto, per confermare che il tuo reindirizzamento è attivo.

Scenario tre: collegamenti in entrata errati puntati su destinazioni sconosciute

Nello scenario due, abbiamo corretto i collegamenti puntati nel posto sbagliato quando è stato possibile determinare la destinazione corretta.

Questo non sarà sempre il caso, tuttavia, o forse alcuni link semplicemente non valgono la pena di aggiustarli dato che sono usati così di rado.

Ricorda: non puoi mai prevenire o correggere completamente gli errori 404 in WordPress. Sono solo una parte della gestione di un sito web. La domanda è: come si riduce al minimo l’impatto di un errore 404?

Questo è il messaggio di errore predefinito prodotto dal tema Twenty Sixteen. Diciamo la verità: una pagina come questa non serve a nessuno, vero?

Esempio di pagina di errore

Anche se non è possibile determinare la destinazione corretta, puoi comunque servire al cliente qualcosa di più utile di questo. Ad esempio, potresti indirizzare i visitatori alle tue risorse più utili per renderle operative. Oppure potresti semplicemente reindirizzarli a un’altra pagina esistente, come la home page.

Ogni tema WordPress viene fornito con una pagina di errore 404 predefinita, ma non sono sempre i più utili o creativi, come abbiamo appena dimostrato. Se vuoi personalizzare la tua pagina 404 , puoi farlo modificando il file 404.php del tuo tema o installando un plugin.

Se segui il percorso del plug-in – ed è di gran lunga l’opzione più user-friendly dei due – ti consiglio il plug-in 404 Page by SeedProd:

404 Pagina di SeedProd
Questa opzione non risolverà gli errori 404 in WordPress di per sé. Tuttavia, presentando ai visitatori un’utile alternativa al contenuto che stavano cercando, è molto più probabile che rimangano sul tuo sito web. E forse dopo tutto puoi ancora segnare quella conversione.