Come vendere online con il dropshipping
Tempo di lettura: 10 minuti

Vendere online con il dropshipping

La verità sul dropshipping: il buono, il brutto e il cattivo

Il Dropshipping è un metodo di evasione degli ordini che non richiede a un’azienda di mantenere i prodotti in magazzino. Invece, il negozio vende il prodotto e trasmette l’ordine di vendita a un fornitore di terze parti, che quindi spedisce l’ordine al cliente.

Tuttavia, contrariamente alla credenza popolare, il modello di business dropshipping non è uno schema per arricchirsi rapidamente.

Certo, sembrano soldi facili: vendi i beni di altre persone e prendi un taglio per te stesso, ma quando prendi in considerazione tutti gli inconvenienti, gli ostacoli e la gestione quotidiana, è tutt’altro che facile e può essere un duro lavoro.

Se ti avvicini nel modo giusto, però, il dropshipping può comunque aiutarti a costruire un business di successo… ma non così velocemente come speravi.

Dai pro e contro del dropshipping agli approcci giusti e dalle migliori società di dropshipping alle domande frequenti, ecco tutto ciò che devi sapere prima di iniziare il dropshipping sulla tua piattaforma di e-commerce:

5 dure verità sul dropshipping

Se sei un imprenditore che cerca di spedire prodotti per il tuo negozio online (cioè un’attività di vendita al dettaglio tradizionale che vende magliette) senza il fastidio di dover rifornire l’inventario da solo o aggiungere potenzialmente nuovi prodotti, il modello dropshipping può essere una soluzione e, soprattutto, essere vantaggioso per un negozio di e-commerce.

Dopo che un cliente ha ordinato qualcosa online, l’attività di dropshipping spedisce il prodotto direttamente al cliente. È un modo per le grandi aziende e le piccole aziende allo stesso modo di procurarsi prodotti guadagnando un po’ di soldi e risparmiando allo stesso tempo spazio di archiviazione.

Questo è più facile a dirsi che a farsi, ovviamente, quindi prima di mettere tutti i tuoi risparmi in un negozio dropshipping, ecco alcune cose che devi sapere perché può essere difficile:

1. Bassi margini di profitto.

Certo, dal momento che non devi gestire o archiviare il tuo inventario, il sovraccarico è basso, ma lo sono anche i resi.

Metti meno soldi, ma ottieni meno soldi. Ciò significa che devi fare molti affari solo per rimanere a galla, per non parlare di realizzare un profitto, soprattutto considerando che la maggior parte dei soldi va al fornitore.

Questi bassi margini non sono sufficienti a coprire le spese e i costi operativi per il marketing/pubblicità, la manutenzione del sito, inclusa l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), la gestione degli ordini di vendita e la copertura dell’orario di ufficio.

Puoi prevedere il tuo reddito utilizzando queste variabili (sono medie, quindi cambieranno a seconda del tuo settore e situazione):

20% di margine.
Tasso di conversione del 2%.
È quindi possibile calcolare una stima di lavoro utilizzando questa equazione:

(Traffico x 0,02) x (Valore medio dell’ordine x 0,2) = Profitto

Anche se questo va bene per una stima di partenza rapida, ci sono anche alcuni problemi che devi considerare:

Il tuo sconto sull’acquisto da produttori e grossisti potrebbe essere inferiore al 20%.
Questo non tiene conto di nessuna delle spese aggiuntive sopra menzionate che devi pagare dalla tua parte. Non è il profitto finale.
Per la maggior parte dei prodotti, dovrai ridurre i profitti per mantenere competitivi i prezzi di vendita. Se mantieni ostinatamente il tuo margine del 20%, altre società possono sottostimarti.
Inoltre, noterai che il tuo profitto è anche in gran parte determinato dal tuo traffico, quindi se stai costruendo un marchio di e-commerce da zero su piattaforme come BigCommerce e Shopify, farai fatica a lungo come te costruire una base di clienti.

Anche se sembra un gioco da ragazzi, i dropshipper devono sempre avere a che fare con i loro fornitori all’ingrosso, l’elaborazione degli ordini, i resi e il servizio clienti.

È molto più ragionevole avvicinarsi al dropshipping quando hai già una normale fonte di traffico.

2. Altamente competitivo.

Ci saranno sempre imprenditori eccessivamente ottimisti che si concentrano esclusivamente sulla parte “basse spese generali” e ignorano le chiare prove di cui sopra.

Poiché è necessario pochissimo capitale per avviare un’attività di dropshipping, quella bassa barriera all’ingresso significa molta concorrenza agguerrita, con i mercati più popolari che soffrono più di altri.

Fondamentalmente, più grande è un’azienda, più possono ridurre i loro ricarichi per offrire i prezzi più bassi.

A peggiorare le cose, è probabile che tu non abbia un accordo esclusivo con i tuoi fornitori.

Ciò significa che un numero qualsiasi di concorrenti potrebbe vendere esattamente gli stessi prodotti. E se hai appena iniziato come una piccola impresa, i tuoi rivali con anni di esperienza hanno le risorse di cui disponi per non ridurre i tuoi prezzi.

Ciò significa che i potenziali clienti possono acquistare la stessa identica cosa da qualcun altro a un prezzo inferiore: perché dovrebbero acquistare da te?

3. Nessun controllo sulla filiera.

Nell’e-commerce standard, se i clienti si lamentano della qualità del prodotto, della velocità di evasione o delle politiche di restituzione, puoi affrontare tu stesso i problemi.

Nel dropshipping, i proprietari dei negozi sono più o meno alla mercé del fornitore, ma sei tu quello che deve ancora parlare direttamente con i tuoi clienti.

I dropshipper sono essenzialmente intrappolati, facendo poco più che sperare che il fornitore risolva i problemi rassicurando allo stesso tempo il cliente su qualcosa che è fuori dal loro controllo.

Inoltre, c’è anche un ritardo nella comunicazione poiché il dropshipper va avanti e indietro tra il cliente e il fornitore. Se si risponde lentamente, tutta la comunicazione si interrompe e i problemi richiedono più tempo per essere risolti.

E se ne parlano, anche sui social media, quelle recensioni negative all’inizio potrebbero porre fine alla tua attività prima ancora che inizi.

4. Questioni di responsabilità legale.

Sebbene questo non sia un problema comune per i dropshipper, vale la pena menzionarlo. Alcuni fornitori non sono così legittimi come affermano e non sai sempre da dove proviene la merce.

Ancora più ingannevole è quando i fornitori utilizzano illegalmente il logo di un marchio o la proprietà intellettuale di un’altra azienda, cosa che accade più della media.

Questo potenziale problema può essere risolto con un solido contratto di Dropshipping Agreement, ma non tutti i nuovi arrivati ​​in dropshipping lo sanno.

È qualcosa che vorrai tenere a mente quando scegli i fornitori.

5. Difficile costruire un marchio.

Come i ghostwriter o i cantautori dietro le quinte, i dropshipper devono capire che il merito del loro lavoro va a qualcun altro.

Se qualunque prodotto tu vendi è così straordinario, i tuoi clienti si concentreranno principalmente sul marchio del prodotto e dimenticheranno completamente l’esperienza di acquisto.

Dopotutto, non è il tuo logo sulla scatola.

Ancora una volta, questo è solo un altro motivo per cui il dropshipping ha più senso per i marchi già affermati che per quelli nuovi.

Gli approcci giusti al dropshipping

Sebbene i suoi difetti rendano difficile supportare un’attività da soli, offre comunque vantaggi sufficienti per aiutare le società di e-commerce a migliorare sostanzialmente la propria attività.

Considera questi quattro approcci per utilizzare efficacemente il dropshipping:

1. Ricerche di mercato.

Il dropshipping funziona meglio come mezzo per raggiungere un fine, non il fine stesso.

Usa il dropshipping per ridurre il rischio di provare nuovi prodotti e utilizzarli per ricerche di mercato.

Invece di aumentare i costi di inventario imballando il tuo magazzino con un prodotto imprevedibile, provalo con un periodo di prova utilizzando il dropshipping.

Oltre a scoprire se vende o meno, avrai anche una stima migliore di quanto vende, fornendoti un numero più preciso di quale quantità acquistare per il tuo stock iniziale.

Questo è doppiamente importante per provare nuovi tipi di prodotti, che comportano sempre un rischio intrinseco.

Ad esempio, forse hai avuto abbastanza successo nella vendita di prodotti per cani. Si tradurrebbe bene anche per i prodotti per gatti?

Potrebbe essere incostante, ma puoi sempre testare l’acqua facendo dropshipping di alcuni prodotti e vedere come va.

2. Protezione dall’overselling.

I marchi di e-commerce esperti sanno che le fluttuazioni del mercato non sono sempre prevedibili. Piuttosto che aumentare i costi di inventario sovraccaricando per soddisfare i massimi improbabili, avere un fornitore dropshipping come backup ti fa risparmiare denaro senza perdere quelle vendite.

Ciò è particolarmente utile per l’overflow stagionale.

È una grande salvaguardia contro le incertezze che tutti i rivenditori devono affrontare.

Avere opzioni di dropshipping in atto rende anche un’ottima assicurazione contro circostanze estreme.

Se accade qualcosa di simile a un disastro naturale al tuo magazzino, puoi comunque evadere gli ordini prefabbricati effettuando il dropshipping dei prodotti da un’altra parte.

Lo stesso vale per evitare i ritardi di spedizione a sorpresa.

3. Sistemi strategici di spedizione.

Una sfortunata conseguenza dell’espansione della tua attività sono le complicazioni di spedizione. Più ti allontani dal tuo magazzino o dai centri logistici, maggiori saranno i costi di spedizione e le commissioni che dovrai sostenere.

Il dropshipping può essere la soluzione perfetta per alcune località problematiche che non rientrano nelle tue regioni redditizie.

Forse la spedizione così lontana costa troppo, o forse i prezzi di stoccaggio sono troppo alti per giustificare la creazione di un nuovo centro di spedizione.
Forse è una questione di tasse o costi aggiuntivi, come quando si spedisce fuori dallo stato o dal paese. Affidarsi al dropshipping per queste aree selezionate potrebbe essere il fattore determinante per tenerti fuori dal rosso.
Inoltre, proprio come il dropshipping può essere utile nelle ricerche di mercato, puoi anche usarlo per testare nuove località.

Perché non utilizzare il dropshipping per un periodo di prova in una nuova località per vedere se vale la pena aprire una nuova struttura lì?

4. Prodotti ad alta manutenzione.

Alcuni prodotti costano di più per lo stoccaggio e la spedizione rispetto ad altri.

In determinate circostanze, potrebbe essere più redditizio per te spedirli in dropship piuttosto che conservarli tu stesso.

Cosa intendiamo per prodotti ad alta manutenzione?

Tutti i prodotti che richiedono costi aggiuntivi per la conservazione o la spedizione, come ad esempio:

Di grandi dimensioni: alcuni prodotti occupano così tanto spazio che le loro vendite non compensano i costi dell’eccessivo magazzino.
Pesanti: se il peso di un prodotto costa troppo la spedizione, prova il dropshipping da un produttore o da un grossista.
Prodotti fragili — I prodotti fragili richiedono cure particolari durante la spedizione. In questi casi, il fornitore o il produttore potrebbe essere meglio attrezzato per soddisfare questi requisiti rispetto a te.
Oggetti di valore — Gli articoli di alto valore come gioielli, oggetti d’antiquariato, ecc. richiedono una sicurezza aggiuntiva che non tutti i magazzini possono offrire. Piuttosto che rischiare il furto, potresti lasciare il deposito a qualcuno che possa proteggerlo adeguatamente.
Condizioni speciali — Forse vuoi vendere oggetti che devono essere tenuti congelati o materiali sensibili alla luce. Se il tuo inventario ha bisogno di condizioni speciali, potresti fare meglio a fare dropshipping che a conservarlo tu stesso.
A meno che l’intera azienda non sia specializzata in questo tipo di prodotti, non ha senso pagare costi aggiuntivi di stoccaggio e spedizione per una piccola sottosezione della tua attività.

Ma puoi comunque soddisfare i tuoi clienti offrendo questi prodotti tramite dropshipping.

Come scegliere i migliori fornitori di dropshipping

Ogni volta che includi il dropshipping nella tua strategia di vendita, a qualsiasi titolo, stai entrando in una partnership commerciale con il fornitore.

Come abbiamo detto sopra, come venditore sei spesso alla mercé del tuo dropshipper per la qualità del prodotto, la spedizione tempestiva e persino la conformità legale.

Ciò significa che devi sceglierli con la massima cura.

Per prima cosa, vuoi assicurarti che i prodotti siano come pubblicizzati, ma dovresti anche vedere se la loro spedizione soddisfa i tuoi criteri.

Al di fuori delle condizioni dei prodotti, ci sono ancora molte preoccupazioni su come il tuo fornitore conduce gli affari.

Ecco un rapido elenco di controllo delle domande da porsi prima di iniziare a fare affari con qualcuno:

Come gestiscono i resi o i prodotti danneggiati?
Quanto tempo impiegano per evadere un ordine, dalla vendita alla consegna?
Com’è il loro supporto clienti? (Sentiti libero di testarlo tu stesso.)
Assicurano gli ordini?
Offrono protezione dalle frodi?
Riesci a trovare recensioni o riferimenti online?
Inoltre, non dimenticare il Contratto di Dropshipping, spiegato sopra.

Per aiutarti ad accelerare i tuoi tempi di ricerca, abbiamo precedentemente compilato un elenco delle migliori compagnie di dropshipping, tra cui Spocket e Dropshipping di AliExpress.

Dropshipping per principianti: domande frequenti

Ecco alcune semplici risposte alle domande più frequenti sul dropshipping:

Cos’è il dropshipping e come funziona?

Il dropshipping è quando un venditore evade gli ordini da una terza parte e fa spedire i prodotti direttamente al cliente.

In altre parole, il venditore trasmette l’ordine cliente al fornitore, che poi evade l’ordine.

Il venditore di solito paga l’articolo con uno sconto lavorando direttamente con un produttore o un grossista; il loro profitto deriva dalla differenza nel costo dell’articolo iniziale e dal prezzo a cui lo vendono.

Il venditore non immagazzina il proprio inventario né spedisce gli articoli direttamente. Invece, si concentrano principalmente sul marketing, sulla pubblicità e sulla gestione della loro presenza online.

Come faccio a incorporare il dropshipping nella mia attività?
Il dropshipping può essere un complemento a un modello di business di e-commerce tradizionale.

Supponendo che tu abbia già una presenza online in uno o più negozi (o almeno sappia come configurarla), incorporare il dropshipping è simile al lancio di qualsiasi altro nuovo prodotto, con alcune distinzioni.

Ecco una rapida guida passo passo:

  1. Cerca quali prodotti si adatterebbero bene alla tua strategia, al mercato e alla base di clienti.
  2. Cerca come i tuoi concorrenti stanno vendendo il prodotto, vale a dire i prezzi.
  3. Trova il miglior fornitore (vedi la nostra checklist sopra).
  4. Finalizza un processo di adempimento che funzioni per entrambi e incorporalo nel tuo sistema. A seconda del tuo software di gestione delle vendite, questo potrebbe essere facile o richiedere di appianare alcune rughe.
  5. Elenca e promuovi il tuo nuovo prodotto. Assicurati di specificare eventuali condizioni speciali, come modifiche ai tempi o ai luoghi di spedizione.

Il dropshipping è legale?

Sì, il dropshipping è legale.

Potresti incorrere in altri problemi legali a seconda di chi è il tuo fornitore, ma il dropshipping da solo è un metodo perfettamente legittimo di evasione degli ordini.

Ricordati solo di proteggerti con un Contratto di Dropshipping.

Quali sono i vantaggi del dropshipping?

Ci sono almeno cinque buoni motivi per cui quasi tutti i rivenditori di e-commerce dovrebbero prendere in considerazione il dropshipping.

  • Riduce al minimo i rischi di avvio
  • Riduce i costi del prodotto
  • Minori costi di stoccaggio e logistica
  • Un’ampia offerta di prodotti
  • Flessibilità

Il dropshipping è redditizio?

Sì, il dropshipping può essere redditizio per i commercianti. Il dropshipping è un modello di business a basso rischio che ti consente di vendere prodotti ai tuoi clienti senza incorrere in enormi costi di gestione come farebbe un grossista. A causa di questi costi inferiori, è più facile diventare redditizi con il dropshipping molto più velocemente rispetto ad altri modelli di business.

Devo registrare un’entità commerciale in dropship?

Sì, dovrai registrare la tua attività una volta che inizi a fare vendite, ma non c’è fretta di farlo finché non inizi a realizzarle in modo coerente. Questo perché la maggior parte dei fornitori di servizi di pagamento richiede che tu dimostri che la tua azienda dispone di tali credenziali.

Il dropshipping è consentito su eBay?

Sì, il dropshipping è consentito su eBay.

Il dropshipping è consentito su Amazon?

Sì, il dropshipping è consentito su Amazon.

Quali sono alcune idee per i prodotti dropshipping?

Se sei interessato al dropshipping ma non sai da dove iniziare, ecco un elenco di idee di prodotti per l’ispirazione. Abbiamo cercato di elencare solo articoli ausiliari che potessero adattarsi alla gamma di prodotti di qualsiasi settore.

  • Borse di tela che sostengono una causa o un ente di beneficenza.
  • Novità magliette.
  • Tazze da caffè divertenti.
  • Segnalibri motivazionali.
  • Orologi o gioielli economici.
  • Merce di marketing (camicie, borse, tazze, penne, ecc., con il tuo logo).

I dropshipper spediscono a livello internazionale?

Questo varia ampiamente in base al dropshipper, quindi dovrai controllare.

Le spedizioni internazionali possono diventare rapidamente costose e ottenere preventivi accurati su spese di spedizione, dogane e dazi per centinaia di paesi è complesso. Inoltre, un dropshipper impiega molto più tempo per elaborare un ordine internazionale poiché sono necessarie più scartoffie. Alcuni addebiteranno un costo aggiuntivo mentre altri semplicemente non si preoccuperanno.

Il dropshipping può essere una tattica molto utile se applicata correttamente.

Ma i motivi per cui non funziona per le nuove aziende diventano meno rilevanti quanto più grande diventa un’azienda.

Ad esempio, un’azienda affermata ha già un buon flusso di traffico e non deve preoccuparsi tanto di stabilire il proprio marchio.

Ecco perché il dropshipping è un ottimo complemento per le società di e-commerce più esperte.

Se vuoi sapere come aprire il tuo E-Commerce leggi l’articolo completo per sapere tutto ciò di cui hai bisogno.