Differenza-pubblicità-e-marketing
Tempo di lettura: 4 minuti

La maggior parte delle persone ha un’idea sbagliata di pubblicità e marketing , tende a usarli come sinonimi e ancora peggio, usa l’uno per sostituire l’attività dell’altro, ma dove finiscono le funzioni di una e quelle dell’altra?

Perché non è la stessa cosa?

Per prima cosa definiremo il marketing , l’ American Marketing Association (AMA)afferma che è “l’attività, l’insieme di istituzioni e processi per creare, comunicare, consegnare e scambiare offerte che hanno valore per consumatori, clienti, partner e società in generale ” .

Per noi , “Il marketing è la più grande forza di attrazione che esista, ma bisogna sapere come si stanno comportando il mercato e la società , trovare il modo di interagire lasciando un messaggio chiaro alle persone”.

Come funziona il marketing?

Il marketing comprende ciò che i loro clienti vogliono e di cui hanno bisogno , trova il modo più attraente per catturare l’attenzione, attraverso il canale e il prezzo più appropriati , lo fa comunicando con loro in modo tale che si identifichino con il marchio .

Coordina ognuna di queste aree, con l’aiuto di settori come:

  • La vendita.
  • Assistenza clienti.
  • La logistica.
  • Pubblicità.

Tutto questo per  offrire il miglior prodotto o servizio ai clienti.

Il marketing è un processo che comprende molti aspetti, dalla concezione di un’idea alla sua commercializzazione. Metti il ​​prodotto o il servizio alla portata di chi ne ha bisogno e per arrivarci, usa la promozione per consegnare il messaggio.

All’interno del marketing ci sono vari rami secondari, alcuni dei quali sono:

Marketing digitale : è l’applicazione di strategie di marketing attraverso i media digitali, sfruttando le sue possibilità di raggiungere potenziali clienti per fornire informazioni su prodotti o servizi.

Neuromarketing:  marketing supportato dalla psicologia , studia i modelli (consci e inconsci) e i comportamenti di acquisto dei consumatori per sviluppare strategie che influenzano le loro decisioni di acquisto.

Anche se questo è alquanto controverso perché il modo in cui i modelli neurali sono supportati non è ancora confermato e poiché diverse parti della corteccia cerebrale sono interessate da stimoli diversi, determinare quale sia corretto è molto impreciso.

Marketing sociale:  stimola idee, comportamenti e atteggiamenti attraverso azioni, aumenta la consapevolezza delle questioni sociali e un cambiamento positivo nello stile di vita.

Questo tipo di marketing funziona per cause che aiutano l’ambiente , la società , tra gli altri, le aziende spesso lo usano per migliorare la propria immagine o partecipare a campagne .

Marketing strategico:  pianificare e creare strategie in base alla situazione del mercato a medio e lungo termine. Il suo obiettivo è rilevare opportunità di business, nonché aumentare le possibilità di successo in azienda e nella campagna ADS.

Inbound Marketing : afferma che l’iniziativa di contatto appartiene al cliente, attraverso la creazione di contenuti accattivanti. La metodologia Inbound ci insegna ad: Attrarre, Convertire, Chiudere e Fidelizzare.

Questo tipo di metodo può aiutare le aziende ad aumentare i contatti che hanno attraverso il web, aumentare le loro vendite e facilitare i processi.

Marketing relazionale:  crea e mantiene una relazione con il cliente, attraverso la fidelizzazione, rende le relazioni proficue. Attrarre nuovi clienti è da sei a dieci volte più costoso che mantenere quelli attuali.

Come funziona la pubblicità?

Ora, la pubblicità per l’AMA è “l’ inserimento di annunci e messaggi persuasivi nel tempo o nello spazio acquistati in uno qualsiasi dei mass media da aziende commerciali, organizzazioni senza scopo di lucro, agenzie governative e persone che cercano di informare e / o convincere i membri di uno specifico target di mercato o pubblico sui loro prodotti, servizi, organizzazioni o idee.

Graphalia definisce la pubblicità come “ciò che dà una spinta o una spinta al marchio , in modo che vengano catturate più persone e potenziali clienti, non si tratta solo di grafica, si tratta di capire i tuoi clienti e mostrare qualcosa che pensano e vogliono vedere”.

La pubblicità funge da strumento promozionale , comunicando in modo attraente ed efficace, senza di essa il marketing avrebbe problemi a trasmettere ciò che i marchi sono realmente.

È quel filo che unisce il prodotto ai clienti, li posiziona nelle loro menti e trasforma l’ordinario in straordinario , il potere della pubblicità può rendere qualcosa di sconosciuto il prossimo successo.

Blog-pubblicità-marketing-Graphalia

Le campagne pubblicitarie possono essere classificate in diverse tipologie:

Di branding:  incentrate sulla condivisione dell’identità creata, facendo appello emotivamente per raggiungere l’empatia per i clienti con il marchio.

Di lancio:  in un nuovo prodotto o servizio, la pubblicità è responsabile della trasmissione del messaggio di presentazione ai potenziali clienti.

Sociali: il suo obiettivo è influenzare e ottenere un cambiamento di atteggiamenti, comportamenti e idee, orientati allo stile di vita all’interno della società.

Politiche:  si basa sul posizionamento e sul mantenimento di un’immagine positiva per un partito politico o un candidato (personal branding).

Di manutenzione:  per prodotti o servizi che occupano già un posto nella mente dei loro consumatori e difendono quella posizione dalla concorrenza.

Campagne di rilancio:  vengono utilizzate per la reintroduzione di un prodotto o servizio che ha subito modifiche (immagine, composizione o mercato).

Le campagne pubblicitarie che sono riuscite a rendere virali i loro contenuti con l’aiuto dei loro follower, sono riuscite ad attrarli e ad identificarli con i sentimenti attraverso una storia.

L’importanza di ciascuno.

Il marketing ha bisogno di pubblicità per raggiungere i clienti: a cosa serve avere l’invenzione dell’anno se il tuo mercato non ha idea di chi sei e cosa fai?

Tuttavia, come dicevamo all’inizio, molte volte si tende a minimizzare uno dei due o a credere erroneamente che uno sia tutto. Essendo parte del marketing, gli obiettivi della pubblicità devono essere paralleli a quelli del marketing, ma seguendo un proprio percorso.

Ognuno deve avere un budget designato per raggiungere i propri obiettivi, lavorare in modo indipendente, ma con revisioni per monitorare che l’obiettivo sia raggiunto.

Il marketing ha il compito di vigilare affinché ciò avvenga fornendo autonomia nel processo creativo .

Come avrai notato, ognuno di loro ha compiti e obiettivi diversi, ma alla fine entrambi lavorano per portare nelle mani del cliente il prodotto o il servizio offerto.

Usa correttamente le sue capacità e bilancia le sue responsabilità in modo appropriato rispetto ad esse.

Fai della pubblicità il tuo miglior strumento di marketing!

Vuoi scoprire come possiamo aiutarti ? clicca qui