Articoli

Ma cosa sono Pinterest e Tumblr ?!?

Pinterest e Tumblr negli ultimi tempi hanno raggiunto altissimi livelli, divenendo due delle principali piattaforme di visual content marketing.

Tumblr è più una piattaforma di microblogging, si integra con i social network e ha la possibilità di condividere i contenuti su altre piattaforme, entrando così a far parte della famiglia dei social network visivi. Non a caso, i contenuti di maggior successo su Tumblr sono le immagini, i video e le gif animate.

Come tutti invece o la maggior parte NON sappiamo, Pinterest è il social network visivo per eccellenza, amato sia dagli utenti che dai brand grazie alla possibilità di interagire con i consumatori e generare traffico qualificato verso i loro siti.

Per il Marketing sopratutto queste due piattaforme possono portare grandi benefici, ma quale scegliere tra le due? La risposta dipende da una serie di fattori: il tuo target, i tuoi follower sui diversi social network e i contenuti che pubblichi.

Vediamo insieme i punti più interessanti:

Quali contenuti hanno maggiore successo?

L’80% dei contenuti pubblicati su Pinterest è costituito da repin che sono tipo i Retweet. I pin di maggior successo riguardano tutorial, ricette e consigli dedicati alle donne. Questi elementi ottengono un tasso di interazione del 42% in più rispetto agli altri tipi di pin condivisi sulla piattaforma. Su Pinterest sono più efficaci le immagini statiche; quando pubblichi una gif, questa non si avvia in automatico, ma è necessario cliccare sul tasto “play”. Per questo molti utenti tendono a ignorarle.

Tumblr Vs Pinterest alt

 

Su Tumblr invece i contenuti di maggior successo sono quelli pubblicati dai singoli utenti: immagini, meme, citazioni e gif animate, generalmente dedicate a personaggi famosi, film, musica.

A differenza di Pinterest, i contenuti dinamici sono molto apprezzati, anche perchè le gif partono in automatico.

Chi è il tuo target?

La fascia di età più diffusa su Pinterest è 25-35 anni. Gli utenti sono per lo più donne: il 33% delle donne online usa Pinterest, control l’8% degli uomini. I genitori sono molto attivi sulla piattaforma, infatti il 50% dei pinners ha figli.

Tumblr invece ha un pubblico più giovane: 16-24 anni, distribuito equamente tra uomini e donne. I genitori sono meno presenti, visto che sono solo il 33%.

I tuoi contenuti funzionano meglio da desktop e da mobile?

Gli utenti che usano Pinterest si connettono principalmente da mobile. Gli utenti adorano pubblicare contenuti e interagire con gli altri da mobile, infatti il 75% delle attività di pinning è fatta attraverso tablet e smartphone.

Tumblr invece è una piattaforma da desktop: la maggior parte delle visualizzazioni avviene tramite la navigazione dal pc. Ciò dipende anche dal fatto che su Tumblr è possibile pubblicare dei contenuti testuali, attività più semplice da computer che non da mobile.

Qual è il tempo di permanenza sulla piattaforma?

I tempi di permanenza in media sono simili per i due social: gli utenti di Pinterest trascorrono 15 minuti al giorno sul sito, contro i 14 di Tumblr.

Qual è la piattaforma più adatta per i video?

I video su Pinterest non funzionano molto: questo perchè sono mostrati in modo casuale e le anteprime non sono molto accattivanti. Di solito lo scroll dei contenuti avviene in modo rapido e per questo può succedere che un video ben fatto sia messo in secondo piano dalla pluralità di immagini pinnate.

Tumblr invece è più indicato per i video, che sono mostrati all’interno del feed nel formato grande e attirano l’attenzione al pari di immagini e gif.

Ora che abbiamo visto cosa sono, a cosa servono e quali benefici possono portare alla tua attività facci sapere cosa ne pensi lasciando un commento !!!!

 

Essere Social !

Probabilmente c’è molta confusione nella nostra testa ed inevitabilmente si pensa a Facebook come un semplice scambio di foto e video con gli amici.

Invece la nostra mente non dovrebbe essere così ristretta e saper andare oltre vedendo Facebook e tutti gli altri social network, come un potente mezzo di comunicazione a disposizione di tutte le attività, che bisogna saper sfruttare al meglio entrando in questo grande contesto.

Essere social al giorno d’oggi per un’azienda vuol dire:

– Diventare il punto di riferimento per i propri clienti.

– Poter comunicare con loro conoscendone i loro interessi e necessità.

– Intrattenere, informare, educare i clienti.

– Fare informazione attraverso il blog pubblicando contenuti di qualità.

– Saper consigliare i clienti sui nostri prodotti/servizi.

– Raggiungere i clienti fornendo loro le informazioni che cercano e per i prodotti a cui sono interessati.

– Per finire la cosa più importante, esser social significa aumentare le vendite.social ball alt

Ma sorvoliamo per un momento sui motivi che rendono fondamentale la presenza aziendale sui Social: sono pochissime, ormai, le aziende che non possiedono almeno una pagina Facebook.

Vogliamo sottolineare, piuttosto, l’importanza di ESSERE Social. Cosa significa? Garantire una presenza costante (un post ogni 2 settimane su Facebook o in occasione di eventi speciali non è sufficiente), coerente (il linea con il brand) e di qualità.

Una strategia Social richiede analisi, costanza, monitoraggio e progettualità. E solo gli addetti ai lavori conoscono tecniche e strumenti per eseguire questo lavoro al meglio.
Molti ritengono che la figura del Social Media Manager sia ricopribile da chiunque, e che l’importante sia saper usare bene un computer. Niente di più sbagliato!
Affideresti mai la realizzazione del tuo sito aziendale ad una persona non competente?
Ecco, lo stesso principio è valido per la gestione dei Social Network.

Magari la tua azienda è già su Facebook, hai sentito parlare di altri Social Network, ma non sai come usarli. Magari all’inizio riuscivi ad ottenere un sacco di Like sulla tua Pagina Facebook aziendale o un sacco di Retweet su Twitter,  adesso invece sembra che nessuno legga i tuoi post. Magari non hai il tempo di creare contenuti adatti ai Social, i tuoi fan ti fanno domande e tu non sai quando rispondere.

Come risolvere?
Semplice: la tua azienda ha bisogno di una Social Media Strategy.

Hai bisogno di un professionista che sappia scegliere i migliori canali (Twitter, LinkedIn, G+, Pinterest, Instagram, ecc.) per il tuo brand e sfruttare le loro potenzialità, che sappia analizzare e studiare le strategie da mettere in pratica sui Social, che preveda un investimento in termini di advertising sulle varie piattaforme e che sappia creare contenuti adatti.

Ora che abbiamo visto quanto possa essere necessario per un’azienda che vuole far crescere il proprio Brand essere Social, aspettiamo i vostri commenti per sapere anche voi cosa ne pensate….

 

L’importanza di avere un Sito Web !!!

L’importanza di avere un Sito Web …..

Con l’affermarsi di internet le regole del marketing sono completamente cambiate.

Il World Wide Web ha rivoluzionato la comunicazione commerciale, imponendosi come unico mezzo in grado di fondere il fascino della scrittura, la forza delle immagini, il coinvolgimento della multimedialità, a tutto vantaggio della crescita delle aziende, dei professionisti e della loro visibilità sul mercato.

Recenti ricerche dimostrano che oltre l’85% dei “navigatori” mondiali ha usato internet per fare acquisti. Circa 150 milioni i consumatori che comprano on line in Europa. In Italia la situazione non è diversa: sono oltre sette milioni gli acquirenti on line, mentre ben 20 milioni coloro che ricercano in rete informazioni su prodotti e servizi.

Nasce allora per gli attori commerciali, indipendentemente da dimensioni e settore di attività, l’esigenza di dotare la propria comunicazione di uno strumento tanto efficace quanto flessibile.

Avere un sito internet permette di raggiungere migliaia di navigatori, tutti potenziali clienti, e dare vita a un contesto di comunicazione esclusivo.

E tutto questo a fronte di un eccellente rapporto costi/visibilità.

Possedere un Sito Web vuol dire quindi avere uno strumento di comunicazione, fondamentale per ogni azienda: è infatti sempre più importante utilizzare le opportunità offerte dalla rete per promuovere e far conoscere la propria attività. Comunicare su internet significa poter raggiungere milioni di potenziali clienti. Gran parte del commercio si basa sulla comunicazione.
Vediamo insieme quindi quali sono i vantaggi di un sito web aziendale e perchè è importante averne uno.

Informazione

Un sito web è uno strumento di comunicazione che deve essere il più efficace possibile, trasmettendo all’utente un messaggio chiaro ed immediato. In quest’ultimo dovranno essere facilmente accessibili le informazioni basilari sulla vostra attività. Quali sono gli orari di apertura? Cosa fate? Come vi si può contattare? Dove vi trovate? Cercate collaboratori? Cosa vendete? Sono solo alcune delle domande a cui un sito web può rispondere.

I clienti ti cercano su Google

Le statistiche sull’uso dei motori di ricerca parlano chiaro, il 83% degli italiani che accedono ad Internet utilizza i motori di ricerca per trovare informazioni in previsione di un’acquisto. Avere un sito web significa poter essere trovati e contattati da queste persone.

I clienti si informano prima di avventurarsi in un contatto

Su internet i clienti si sentono liberi: essi possono informarsi ed approfondire i servizi e le offerte di un’azienda nel pieno anonimato, senza nessun contatto personale ed evitando di rilasciare informazioni private. Al cliente piace poter valutare e confrontare con calma le varie aziende che offrono il servizio o il bene che stà cercando.

Il dominio, un marchio di fabbrica

Un indirizzo e-mail che coincida con l’indirizzo del tuo sito internet è un metodo di pubblicizzarein modo semplice ed efficace il tuo sito web. Un potenziale cliente, un fornitore o un partner che riceve un’e-mail dall’azienda, riceve allo stesso tempo le coordinate per curiosare sul sito web aziendale. Minimo sforzo, massimo risultato…

La concorrenza, loro il sito ce l’hanno già

La concorrenza, più o meno giovane e più o meno professionale, guadagna comunque credibilità istantanea possedendo un sito internet ben organizzato. I potenziali clienti acquisteranno con più facilità e velocità presso i concorrenti, se la vostra azienda non ha un sito web e quindi non è indicizzata nei motori di ricerca.

Un’azienda ha bisogno di un sito professionale

Il prodotto X (costo 100€) trovato all’interno del sito web professionale dell’azienda A potrebbe essere preferito al prodotto Y (costo 50€) dell’azienda B trovato in un sito “casalingo”. Magari il prodotto Y risulta essere, ai fini pratici, migliore del prodotto X, ma la percezione del cliente viene guidata dall’immagine con cui l’azienda si propone al pubblico di internet. E’ così che l’azienda A viene preferita all’azienda B.

Il sito prima dei volantini pubblicitari

Sarebbe opportuno possedere prima un sito web e poi farsi pubblicità attraverso il volantinaggio. In questo modo l’azienda potrà invitare chi legge il vostro annuncio a visitare il sito per avere maggiori informazioni.

L’e-commerce, un nuovo canale di vendita

Grazie a nuovi sistemi di e-commerce ogni prodotto o servizio aziendale può essere facilmente venduto in rete senza limiti di orario e/o di quantità, tramite transazioni eseguite in tutta sicurezza da qualsiasi pc del mondo collegato ad internet.

Aperto 24 su 24, 365 giorni all’anno

Un sito web consente un rapido aggiornamento della comunicazione di marketing e permette di essere visibili a qualsiasi ora (e fuso orario) e a qualsiasi latitudine. Esso permette di far conoscere la propria azienda e i propri prodotti al mercato nazionale ed internazionale. Perchè non pensare in grande?

Sempre in contatto con i clienti

Attraverso il sito web i clienti interessati possono iscriversi alla newsletter o al feed rss. In questo modo potete mantenere il contatto, comunicando: aggiornamenti, nuovi prodotti, offerte speciali, eventi e qual’altro si ritenga opportuno.

Grazie alle nuove tecnologie del Web 2.0 le aziende potranno coinvolgere gli utenti dei loro siti per chiedere commenti, suggerimenti ed impressioni sui prodotti acquistati o su quelli di nuova produzione. In questo modo non saranno più necessarie costose ricerche di mercato.

Conclusioni

In questi 9 punti abbiamo elencato i motivi principali per i quali è importante avere un sito web. Usate i commenti di questo articolo per dire la vostra in proposito.

Sito Web Gratis : Perché NO ?!?!?

Il sito Web gratis

Con l’esplosione dei CMS, in questi anni, sono spuntati come funghi decine e decine di portali che permettono di realizzare un Sito Web gratis in pochi minuti. Si vede la pubblicità ovunque su Internet, giornali e anche in televisione. L’utente inesperto è subito attratto dalla ostentata semplicità e apparente efficacia di tali mezzi.

Ma sono davvero così validi? Com’è il rapporto prezzo qualità?

Come tutto hanno pregi e difetti, vediamo a chi possono essere adatti.

Quasi tutti questi servizi offrono una versione gratuita: puoi creare il tuo sito per testare il servizio e volendo usarlo gratuitamente per sempre. Ovviamente in questo caso non avrai un tuo nome a dominio ma sarai un “ospite” e quindi un nome a dominio di terzo livello. Ipotizziamo che hai scelto il nome “biosystem”avrai: biosystem.nomeazienda.com.

Inoltre devi leggere con attenzione le regole per l’uso del servizio per capire i limiti di pubblicazione.

Ad esempio quasi tutti i servizi gratuiti concedono lo spazio per fini personali e non aziendali o commerciali (è anche logico).

Offrono un mare di funzioni ma con notevoli limiti. Per esempio inserire sondaggi a cui possono rispondere massimo 50 persone oppure il modulo contatti in cui possono scriverti tot visitatori e via dicendo.

Ripeto io personalmente te li sconsiglio a meno tu non voglia semplicemente divertirti o abbia del tempo da perdere.

creare-un-sito-web-gratis-alt

La versione a pagamento del sito web gratis

La versione del sito web gratis è ovviamente un modo per attrarre potenziali clienti verso i sevizi “Premium”. Acquistando il “pacchetto base” mediamente i prezzi vanno dai 70/80 euro all’anno in su per l’acquisto del nome a dominio e l’hosting integrato.

La cifra non è certo alta (per progetti professionali a volte servono migliaia di euro) ma per quello che offrono forse è anche troppo.

Facendo il sito da te, con uno dei tanti CMS open source, oltre a spendere meno, realizzi un sito più accattivante, versatile e decisamente più autonomo.

Tanto per citarne qualcuno, i più noti sono Weebly, Webnode,1 & 1, Jimdo.

Fare un Sito Web gratis con questo genere di servizi è sicuramente la via più breve e si ottengono siti gradevoli ma, a mio avviso, quella col peggior rapporto prezzo/qualità e autonomia.

Realizzare e gestire il Sito Web gratis è semplice, quasi tutti offrono un interfaccia drag & drop (in pratica devi solo trascinare e rilasciare ciò che vuoi inserire nelle tue pagine). Ma le possibilità di personalizzazione grafica sono limitate, gli strumenti (gadget, plugin) per potenziare il sito pure.

Non sei a casa tua. Se domani il servizio chiude (o cambia regole) traslocare un sito creato con strumenti del genere (proprietari) può crearti grossi grattacapi.

Nelle loro pubblicità sembra tutto bello e fantastico, in realtà (legittimamente) cercano di attirarti facendoti credere che è tutto semplicissimo e poco costoso ma, come detto sopra, lo scopo è vendere i prodotti correlati.

E la cosa evidentemente per loro funziona. Effettivamente fare un sito è semplice, ma quando ti accorgi che non ti serve a nulla (perché quasi invisibile) o che non riesci a renderlo accattivante graficamente i casi sono tre:

  1. Ti tieni il sito così com’è, praticamente inutile;
  2. Molli tutto e cerchi di creare il sito con un metodo migliore (intanto hai perso mesi…);
  3. Richiedi i loro servizi a pagamento che saranno certamente efficaci ma dal punto di vista prezzo/qualità non esattamente convenienti…

A chi è adatta allora questa opzione?

  • A chi va di corsa, non vuol spender molto e ha un progetto amatoriale;
  • Oppure a chi vuole sperimentare la creazione di un sito e vedere dove arriva quindi solo curiosità
  • A chi ha poche pretese dal punto di vista grafico, va di fretta e gli basta un sito “vetrina”;
  • Ideale per fare test o per creare un “circuito” di micro siti, ma non per quello principale.

In conclusione se si vuole realizzare un progetto serio, efficace, dove si cerca di ottenere un risultato professionale avendo un sito che sia accattivante a livello grafico ma anche indicizzato a dovere per essere trovato dai motori di ricerca, sia meglio optare per altre scelte.

Molto meglio affidarsi ad una valida azienda professionale che conoscendo tutti gli aspetti più importanti riguardanti il mondo del web marketing e del web design, possa creare per la tua società un sito web che rispetti tutte le richieste dei tuoi clienti e che ti faccia lavorare in modo professionale realizzando qualcosa di veramente valido e duraturo nel tempo.

Il futuro del Web Design è Responsive

La sempre maggiore diffusione di dispositivi mobile e la moltiplicazione di schermi di diverse risoluzioni hanno creato una nuova necessità in chi decide di realizzare un sito Web per la propria azienda: avere un sito “mobile”, che sia cioè perfettamente visibile e fruibile da qualsiasi dispositivo.

 

Continua a leggere